[ITA]   [ENG]
Home Il Gruppo Qualità Servizi News Contatti
Cosa dicono di noi: Articolo tratto dalla rivista Trend in Tannery
Acle, Cina, Messico: a colloquio con il Sales Director di Chemiplastica Specialties

Operare sempre a tutela del Made in Italy

In visita ad Acle in qualità di produttore chimico per la conceria, Cinzia Fiocco, Sales Director di Chemiplastica Specialties – azienda tra le più recenti ad aver fatto ingresso nel mondo della pelle – ci ha fornito una propria impressione sull'evento di Shanghai e non solo.
Chemiplastica Specialties, con sede produttiva a Buccino, opera nei settori pelle, costruzioni, agro, lattice e gomme. Per l'indotto pelle ha un consolidato know-how nella produzione di polinaftalensolfonati, solfato basico di cromo e relative specialità, agenti concianti e riconcianti come tannini sintetici e resine.

Qual è stato il bilancio di questa visita alla ACLE?

"E' stato un utile momento di riflessione, di scambio di idee e di valutazioni dei vari mercati asiatici, ed in special modo su quello cinese. In un momento di rincorsa continua al raggiungimento del fatturato previsto nel budget, al lancio di novità produttive e di marketing, ogni tanto si perde di vista quanto sta accadendo nel settore: ACLE è un'ottima vetrina sul mondo. Certamente la fiera sta evolvendo e sta assumendo sempre più connotazione internazionale."

State puntando molto sulla Cina?

"La Cina rimane un punto di riferimento per ogni tipo di business, dunque la presenza è quasi d'obbligo ma in questo specifico momento abbiamo l'intento di espansione in altri paesi dove siamo già presenti. Come gruppo internazionale, abbiamo stabilimenti in varie parti del mondo e stiamo iniziando a sfruttare questa piattaforma globale per muoverci con progetti ben definiti mantenendo la ns identità di produttore."

Quali altri mercati ritenete più sensibili?

Primo fra tutti è il Messico, in cui abbiamo delineato una strategia di investimento a step che ci permetterà di entrare in questo mercato con una solida struttura produttiva già esistente a Villagran, Chemiplastica de CV, che dista un centinaio di km da Leon. Naturalmente in una condizione di mercato contratto, sarà una bella sfida, soprattutto perché è nostra intenzione operare al meglio, tutelando soprattutto il Made in Italy."

Perché un'azienda consolidata in altri settori della chimica ha deciso di entrare in quello conciario, in un periodo difficile come l'attuale?

"Il Gruppo Chemiplastica, leader mondiale di resine termoindurenti, ha iniziato un processo di diversificazione del proprio core business fondando, nel 2011, Chemiplastica Specialties SpA ed entrando, così, in settori nuovi fra cui quello conciario. A testimonianza di questo intento, è stata fatta durante l'anno l'acquisizione degli assets di PA Resins AB di Perstorp in Svezia, produttore leader di resine per i settori della pavimentazione, laminati, etc. Tutte queste operazioni sono sempre finalizzate ad inserire nel Gruppo unità produttive di calibro che permettano di mantenere la sua forte connotazione industriale. Il mercato del cuoio ha un mondo a sé di gestione in quanto differisce dagli altri prodotti del Gruppo.
Stiamo cercando di innovare e rinnovare le ns gamme: i tannini, le specialità a base cromo, alcuni ausiliari cercando soluzioni più ecologiche e seguendo le richieste di pellame con sempre nuovi effetti. Stiamo lavorando sul marketing del "brand" per poter affermare la nostra politica di qualità, servizio e affidabilità. Naturalmente è una sfida veramente complicata ma dobbiamo dimostrare al management di Chemiplastica di avere non solo potenzialità ma effettive capacità di guadagnare quote di mercato".