[ITA]   [ENG]
Home Il Gruppo Qualità Servizi News Contatti
1955: la fondazione
Chemiplastica inizia la sua attività industriale in Milano con l’unità produttiva a Tradate per la produzione di resine termoindurenti.
L’azienda diventa, in breve tempo, uno dei punti di riferimento per questo settore proponendo una serie di prodotti sempre più specializzati.
Anni '60: la prima espansione produttiva
Nasce l’esigenza dell’azienda milanese di implementare la propria capacità produttiva fino a quel momento di 5.000 tonnellate annue.
Costruisce, così, un nuovo impianto produttivo all’avanguardia su tecnologia concepita internamente che ha contribuito a concretizzare un know-how esclusivo ed unico.

Questa operazione ha rappresentato il primo passo per una graduale espansione in altri mercati e alla costituzione successiva di impianti gemelli che hanno siglato l’affidabilità del gruppo.
Anni '90: la delocalizzazione produttiva
L'attitudine produttiva ed industriale di Chemiplastica ha spinto l’azienda italiana a costruire un nuovo impianto verticalizzato a Villagran in Messico.
Grazie alla tradizione ed al consolidato know-how, si è sentita l’esigenza di riproporre in versione allargata quanto già operante in Carbonate.

Nasce, dunque, l’azienda Chemiplastica SA de CV che ha valso un rapido sviluppo della gamma produttiva del gruppo e ad un ingresso diretto nei mercati degli Stati Uniti di America e America Latina.
Data la strategicità dell’ubicazione produttiva, ha contribuito a rendere ottimale l’accesso verso tutti i paesi Asiatici.
Anni 2000: le acquisizioni strategiche
L’espansione del Gruppo assicura una leadership sempre crescente nel mercato globale che conduce a due acquisizioni molto importanti.
Nel 2008, infatti, Chemiplastica acquisisce il colosso Raytor Compounds (formalmente Perstop Compounds) con i due siti produttivi in Perstop, Svezia, e in Florence in USA: il Gruppo fonda rispettivamente le società Chemiplastica AB e Chemiplastica Inc. che raddoppiano la capacità produttiva fino a quel momento già significativa.

Nel 2009 Chemiplastica sbarca in Turchia con l’acquisto di una quota maggioritaria dell’azienda Özbay Plastik, in Istanbul, che segna definitivamente la connotazione internazionale del gruppo con l’implementazione della presenza nei mercati Medio Orientali.
2011: la diversificazione produttiva
La crisi non ferma Chemiplastica che continua ad investire in nuovi siti produttivi ed opportunità di business. Proprio in virtù di differenziazioni produttive, fonda Chemiplastica Specialties S.p.A. che si lancia in nuovi settori tramite la gestione di tutto il business, know-how ed impianti produttivi di Chimeco S.p.A.

Questa operazione permette l’ingresso della neonata nei tradizionali settori di concia, costruzioni, agrochimici ed industrie delle gomme e dei lattici già ben conosciuti per la storica azienda di cui prende le redini.

La gamma dei prodotti naftalenici diventa, ora, uno dei core business del gruppo permettendogli di ottenere una posizione preminente grazie alla tecnologia all’avanguardia e all’ampia gamma di applicazioni che questi prodotti trovano sui vari mercati.